IL GIARDINO MEDITERRANEO

Hanno fioriture ricche, colorate e prolungate, sopportano il caldo e spesso anche la siccità dei mesi estivi, amano il sole diretto, non necessitano di molte cure: sono le piante del giardino mediterraneo; molto adatte per creare un angolo particolare nel giardino, spesso purtroppo soffrono un poco il freddo, ma nelle zone ad inverni molto rigidi possono essere coltivate in contenitore, in modo da poter essere spostate in luogo riparato  nei mesi freddi. Ombra e acqua, oltre allo spettacolo di una lussureggiante vegetazione verde, che evoca una sensazione di frescura, devono costituire gli elementi principali di ogni giardino ben riuscito in posizione assolata. Il giardino mediterraneo contiene spesso tutti e tre gli elementi e si ispira ai giardini islamici. Sono quasi sempre presenti l’acqua, sotto forma di una fontana, alberi, sempreverdi e fiori in piena terra e, durante i mesi estivi, anche piante in vaso. In tale tipologia di giardino colpisce tanto l’estrema semplicità del progetto, che spesso si armonizza con eventuali case moderne eventualmente presenti specialmente se un po’ disadorne, con colori tenui e caldi e semplici aperture rettangolari rappresentate da porte e finestre. L’emblema di tali realizzazioni è sempre rappresentato da un grosso albero (carrubo, sughera, ecc.). Non è facile ottenere effetti cromatici sottili nei climi molto caldi dove la luce è diretta e non offuscata, ed è molto diversa nei suoi effetti dai cieli più coperti delle regioni a clima temperato. Tutto è illuminato intensamente dal sole o immerso nell’ombra ed i gradi di luminosità intermedi scompaiono; la forma delle foglie risulta così nettamente definita. Questa accentuazione delle sagome si prende chiaramente in considerazione in questo tipo di giardino in cui la varietà della forma delle foglie è tanto evidente.